Lepomis gibbosus

Caratteristiche: linea laterale con 36-47 squame; pinna dorsale con 10 raggi duri spinosi seguiti da 10-12 molli divisi; pinna anale con 3 raggi spinosi seguita da 8-12 molli. Lunghezza massima fino a 25 cm; peso fino 250 gr.

Descrizione: il persico sole è un pesce assai appariscente dal corpo di forma ovalare, assai compresso lateralmente, da cui si stacca nettamente il peduncolo caudale; la bocca è piuttosto piccola con dentatura minuta; la colorazione è molto vivace, caratteristica, con dorso bruno-olivastro e fianchi ricoperti di macchie rossastre, arancio e bluastre; nell’opercolo le macchiettature si fondono a formare alcune linee longitudinali; sul lobo opercolare è inoltre presente una evidentissima macchia nera talvolta accompagnata da un’altra, più piccola, rossa.

Pesce persico sole

Biologia: Il persico sole è una specie alloctona per i corsi d’acqua della provincia di Rieti; proviene dal Nord-America e vive di preferenza in acque lente, lacustri e stagnanti con abbondante vegetazione acquatica. E’ una specie invasiva, in grado di colonizzare in pochissimo tempo i nuovi ambienti nei quali viene immesso grazie a una elevata fecondità e alle cure parentali per la progenie associate a una scarsissima specializzazione ecologica. Crea gravi squilibri nelle popolazioni ittiche preesistenti nei confronti delle quali esercita sia competizione per i siti riproduttivi che trofica. Svolge inoltre un’attività predatoria nei confronti di uova e, in misura minore, anche di avannotti.

Stato di conservazione: Il persico sole è indicato come una specie alloctona dannosa per la rapidità di diffusione e per la predazione di uova e avannotti con conseguente contrazione delle specie indigene.