• Origine: Artificiale da sbarramento
  • Coordinate centroide (Gauss Boaga Fuso ovest): E: 1849380.8775  N: 4729052.7729
  • Comuni: Amatrice
  • Altitudine: 868 m s.l.m.
  • Area: Ca 80 ettari
  • Perimetro: Ca 11 Km
  • Profondità massima: 40m
  • Bacino Idrografico: n.d.

Il lago di Scandarello è un lago artificiale formato dallo sbarramento della diga costruita lungo il corso del Torrente Scandarello.

La diga fu costruita nel 1924, è alta 55 m e forma il terzo lago artificiale della Provincia di Rieti, con una lunghezza di 3 km ed una superficie di circa 1 Km² ed una profondità di 41 m.

Le sue acque alimentano la Centrale idroelettrica di Scandarello, la prima di quelle costruite lungo la Valle del Tronto. Il lago è circondato dalle vette dei Monti della Laga e le sue acque sono ricche di pesci, che lo rendono una meta per gli appassionati di pesca e sono state segnalate numerose specie ittiche. Tra i Predatori sono presenti Luccio, il Persico Reale e il Persico Trota. Sono presenti inoltre trote, carpe, carassi, scardole, gardon, cavedani, tinche, anguille e barbi. Le carpe, presenti con varietà sia selvatica che a specchi raggiungono dimensioni notevoli. Infine sembra che il Siluro si sia stabilito anche in questo lago e che gli esemplari stiano raggiungendo dimensioni di tutto rispetto col passare del tempo.

È un bacino molto bello con forma sinuosa che si snoda tra le cerrete e non sembra si tratti di un invaso artificiale, ma di uno naturale.

La criticità principale è rappresentata dal livello idrico: in estate il livello dell’acqua si abbassa di diversi metri, dovuto al prelievo sia per la produzione di energia elettrica sia per l’irrigazione dei campi circostanti. Questa variazione del livello condiziona pesantemente la vita delle specie acquatiche.